Amministrazione trasparente

Menu Trasparenza

  1. Disposizioni generali

  2. Organizzazione
  3. Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici
  4. Personale
  5. Provvedimenti
  6. Bilanci
  7. Beni immobili e gestione patrimonio
  8. Controlli e rilievi sull'amministrazione
  9. Servizi erogati
  10. Pagamenti dell'amministrazione
  11. Opere pubbliche
  12. Pianificazione e governo del territorio
  13. Informazioni ambientali
  14. Consulenti e collaboratori
  15. Controlli sulle imprese
  16. Bandi di gara e contratti
  17. Bandi di concorso
  18. Attività e procedimenti
  19. Enti controllati
  20. Performance
  21. Interventi straordinari e di emergenza
  22. Strutture sanitarie private accreditate
  23. Altri contenuti

Sanzioni per mancata comunicazione dei dati

Sezione relativa alle sanzioni per mancata comunicazione dei dati, come indicato all'art. 47 del d.lgs. 33/2013

Art. 47 - Sanzioni per casi specifici

1. La mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati di cui all'articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico al momento dell'assunzione in carica, la titolarità di imprese, le partecipazioni azionarie proprie, del coniuge e dei parenti entro il secondo grado, nonché tutti i compensi cui da diritto l'assunzione della carica, dà luogo a una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata comunicazione e il relativo provvedimento è pubblicato sul sito internet dell'amministrazione o organismo interessato.

2. La violazione degli obblighi di pubblicazione di cui all'articolo 22, comma 2, dà luogo ad una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della violazione. La stessa sanzione si applica agli amministratori societari che non comunicano ai soci pubblici il proprio incarico ed il relativo compenso entro trenta giorni dal conferimento ovvero, per le indennità di risultato, entro trenta giorni dal percepimento

Norma di riferimento

art. 47 del d.lgs. 33/2013

Riferimenti Normativi

L’art.32, comma 1 della Legge n.69 del 18 giugno 2009 ha sancito che: “a far data dal 1º gennaio 2010 gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati”.Il successivo comma 5 dello stesso art. 32 precisa che “a decorrere dal 1º gennaio 2010 e, nei casi di cui al comma 2, dal 1º gennaio 2013, le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale”.Il termine per la pubblicazione telematica degli atti è stato prorogato con la Legge n. 25 del 26 febbraio 2010 al 1º gennaio 2011.Decreto trasparenza (link esterno)